Segreteria Organizzativa Soci Via Giuseppe Di Vittorio, 2 Cadriano di Granarolo 40057, Bologna, Italia
Lun - Ven : 8.00 - 18.00 Tel.: + 39 051 19936166 Fax: + 39 051 19936706 segreteria@otodi.it

Regolamento

REGOLAMENTO O.T.O.D.I.

Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri d’Italia
Ultima rev. 18 MAGGIO 2018

1) L’O.T.O.D.I. rappresenta la confederazione delle Associazioni di Ortopedici Traumatologi Ospedalieri Regionali che ne fanno richiesta al Direttivo in carica con raccomandata e con allegata preventiva copia dello Statuto Regionale, che dovrà essere conforme alle direttive sociali e professionali nazionali e, dopo essere stato confermato dalla O.T.O.D.I., ed ufficialmente validato, dovrà rimanere depositato presso la Segreteria Nazionale.

2) E’ auspicabile che il Consiglio Direttivo di ogni Associazione Regionale resti in carica per un periodo di 2 anni.

3) Le Associazioni attualmente confederate sono: Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Toscana, Marche, Lazio, Abruzzo e Molise, Campania, Puglia e Lucania, Calabria, Sicilia, Sardegna, Liguria, Umbria, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige.

4) Alla O.T.O.D.I. è ammessa una sola Associazione di Ortopedici Traumatologi Ospedalieri per ogni Regione.

5) Le regioni in cui il numero degli Ortopedici ospedalieri non sia significativo per la formazione dell’associazione regionale, possono chiedere al Direttivo la possibilità di consociarsi ad una delle regioni limitrofe già confederata.

6) L’elenco dei soci deve essere depositato presso la Segreteria Nazionale, che potrà prendere contatto con i singoli soci. L’eventuale incompletezza dei dati forniti andrà a discapito dei soci, che non potranno ricevere le comunicazioni relative alla vita dell’O.T.O.D.I.. In tal caso detti soci dovranno informare la Segreteria Regionale, che ne darà comunicazione a quella Nazionale, relativamente a tutti i dati necessari per la corrispondenza sia postale che elettronica. Iscrizione

 7) E’ previsto il versamento di una quota annuale, per ogni Socio, da parte delle Associazioni Regionali, che il Direttivo Nazionale potrà modificare con votazione in Assemblea Ordinaria. La quota complessiva dovrà essere versata entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento, unitamente ad un elenco dei soci completo dei relativi riferimenti telefonici, e-mail e residenza. L’entità della singola quota, unificata sul territorio nazionale, viene definita annualmente dall’Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo.

8) Il mancato versamento annuale della quota regionale, per un periodo di 2 anni consecutivi, sospende  Ultima rev. 18 MAGGIO 2018 2 temporaneamente l’associazione regionale dalla confederazione nazionale, fino a regolarizzazione della propria posizione debitoria

9) Per le Regioni dove non esiste una Associazione Regionale è possibile l’iscrizione individuale con la quota stabilita per la partecipazione alla O.T.O.D.I. Nazionale. Tale quota equipara l’iscritto a tutti gli iscritti di Associazioni Regionali ma non dà diritto all’organizzazione autonoma del Congresso Nazionale. In tal caso la domanda di iscrizione va fatta al Consiglio Direttivo Nazionale che, con approvazione dell’Assemblea Ordinaria, concederà o meno l’iscrizione. La domanda deve essere completa di tutti i dati anagrafici con recapiti telefonici, postali e telematici, anno di laurea, titoli, domicilio e sede di lavoro

10) Nell’eventuale formazione della Associazione Regionale, che entrerà a far parte della Confederazione, il singolo iscritto farà parte automaticamente della Associazione Regionale

11) Nelle regioni dove già esiste l’Associazione Regionale di Ortopedici Traumatologi Ospedalieri non è possibile l’iscrizione libera a quella Nazionale

12) Per il Socio non è possibile essere iscritto a più Associazioni Regionali confederate alla O.T.O.D.I.

13) Gli Associati in regola con le quote associative hanno diritto: 1. a partecipare alle assemblee ordinarie e straordinarie con diritto di voto 2. all’abbonamento a “Lo Scalpello – O.T.O.D.I. Educational”, 3. a partecipare all’attività scientifico-formativa O.T.O.D.I. 4. ad avvalersi dei servizi istituzionali dell’O.T.O.D.I. (sito, segreteria organizzativa ecc.), 5. a partecipare come relatore ed organizzatore del Congresso Nazionale, nel rispetto dell’art.9. 6. ad agevolazioni nell’iscrizione al Congresso Nazionale della Società, nella misura e secondo le modalità stabilite dal Consiglio Direttivo e dal Comitato Organizzatore del Congresso. L’Assemblea (statuto artt. 12-13-14-15-16)

14) L’Assemblea si riunisce: Per l’approvazione del bilancio; nella stessa riunione, oltre al bilancio consuntivo approva anche il bilancio preventivo

15) L’Assemblea ordinaria può deliberare, se presenti nei punti all’ordine del giorno, eventuali modifiche del regolamento a maggioranza semplice in seconda convocazione  Ultima rev. 18 MAGGIO 2018 3 Elezioni del Direttivo

16) L’elettorato attivo è costituito dai soli soci ordinari in regola con il pagamento della quota associativa per l’anno precedente 1

7) Ogni due anni, alla scadenza del mandato del Presidente, del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Probiviri e del Collegio dei Revisori dei Conti, è compito dell’Assemblea Ordinaria eleggere i nuovi organi, sulla base della proposta del Consiglio Direttivo, secondo un’equa rappresentazione territoriale

18) Le candidature, per qualsiasi carica (tranne quella del Presidente, che entra in carica in qualità di VicePresidente), devono essere sempre presentate per iscritto dal Direttivo Regionale al Direttivo Nazionale entro i termini stabiliti dal CD e comunque non oltre 30 giorni dall’Assemblea Elettiva. Le candidature saranno valutate dal Consiglio Direttivo Nazionale nel rispetto dei criteri di esperienza istituzionale in O.T.O.D.I., del profilo scientifico e della professionalità espressa dai candidati. Sulla base di quanto sopra verrà stilata la lista dei candidati al Nuovo Direttivo che sarà proposta all’Assemblea Ordinaria per la votazione

19) Tutte le votazioni del direttivo avvengono a scrutinio palese Il Consiglio Direttivo Nazionale (statuto artt.17-18-19-20-21-22)

20) La riunione del Consiglio Direttivo è valida qualora vi sia la presenza del Presidente e metà più uno dei consiglieri nazionali eletti. In assenza del Presidente è il Vice-Presidente che ne fa le veci

21) Tutte le delibere ed ogni tipo di votazione vengono prese a maggioranza semplice dei presenti con diritto di voto, senza adottare il criterio proporzionale. Solamente per gli argomenti: -elezioni Consiglio Direttivo O.T.O.D.I. -elezioni Presidente O.T.O.D.I. in S.I.O.T. -modifiche al regolamento -altre delibere che implicano modifiche strutturali dell’O.T.O.D.I. si procederà con la modalità del proporzionale in 1° votazione. Si procederà inoltre con la votazione proporzionale in caso di parità in precedenti votazioni a maggioranza semplice dei presenti con diritto di voto. Il Presidente, il Past President, il Vice Presidente ed i Consiglieri eletti che non ricoprono la carica di Presidente Regionale hanno diritto ad esprimere 5 voti ciascuno. I consiglieri eletti che ricoprono anche la carica di Presidente Regionale hanno diritto ad esprimere 5 voti personali nella figura di consigliere ed il voto secondo il sistema proporzionale in qualità di Presidente Regionale.  Ultima rev. 18 MAGGIO 2018 4 I Presidenti regionali hanno diritto di esprimere 1 voto ogni 100 iscritti in regola con la quota annuale. Nei casi in cui gli iscritti non siano un numero pari a 100 o multipli di 100 si terrà conto delle seguenti regole: da 1 a 100 iscritti: 1 voto dal 101esimo al 200esimo iscritto: 2 voti dal 201esimo al 300esimo iscritto: 3 voti dal 301esimo al 400esimo iscritto: 4 voti dal 401esimo al 500esimo iscritto: 5 voti dal 501esimo al 600esimo iscritto: 6 voti dal 601esimo al 700esimo iscritto: 7 voti dal 701esimo al 800esimo iscritto: 8 voti dal 801esimo al 900esimo iscritto: 9 voti dal 901esimo iscritto in poi: 10 voti

22) In ogni riunione del Consiglio Direttivo possono essere convocati senza diritto di voto i rappresentanti nominati da O.T.O.D.I. nel direttivo SIOT. La convocazione è a discrezione del Presidente

23) Il Consiglio Direttivo formulerà delle commissioni relative a : 1. Congresso Nazionale 2. Formazione scientifica ed E.C.M. 3. Rivista Lo Scalpello – O.T.O.D.I. Educational 4. Pubbliche Relazioni ed a quant’altro dovesse risultare necessario per la gestione della società

24) E’ previsto un comitato di redazione per la supervisione del portale societario che, in collaborazione con la segreteria generale Soci seleziona la documentazione sia scientifica che informativa da pubblicare on line. Ogni regione ha un proprio referente web che è responsabile delle pubblicazioni on line nella sezione regionale di pertinenza. E’ auspicabile che la carica sia ricoperta da un medico, esperto in informatica. La durata ed il rinnovo del mandato dei referenti web regionali è a cura e a discrezione di ciascun Presidente Regionale che dovrà darne comunicazione per iscritto alla segreteria generale. Alla scadenza di ogni biennio di presidenza, i membri del comitato dovranno essere riconfermati o sostituiti. Le dimissioni dei componenti del comitato di redazione dovranno pervenire al Presidente in forma scritta

25) A partire dal 2014 è stata istituita una commissione operativa composta da Presidente, Vice Presidente, Past President e dai consiglieri in S.I.O.T. di nomina O.T.O.D.I. che dovrà riunirsi al di fuori dei direttivi O.T.O.D.I., possibilmente almeno 2 volte all’anno. La commissione dovrà rendere noto nell’ambito delle riunioni del direttivo O.T.O.D.I. quanto di competenza O.T.O.D.I. discusso nei direttivi e nelle commissioni S.I.O.T.  Ultima rev. 18 MAGGIO 2018 5

26) Dal 2014, a partire dal Volume 28, le singole monografie verranno assegnate da parte del Comitato Editoriale, sentito il Consiglio Direttivo, e quindi approvato in Assemblea, al Presidente delle Regioni affiliate che provvederà alla stesura degli articoli e alla copertura economica delle spese di gestione del singolo fascicolo. Nel caso in cui le spese non venissero coperte da parte degli sponsor, la singola Regione si farà carico della copertura dei costi. Il Presidente

27) Rimane in carica per un solo mandato della durata di due anni, e viene sostituito pro-tempore dal Vice Presidente in carica

28) Può nominare, con l’approvazione del Direttivo, come nell’art. 17 dello Statuto, un Segretario alla Presidenza che avrà il compito di coadiuvare il Presidente nelle sue mansioni istituzionali. II Segretario alla Presidenza non avrà diritto di voto nel Consiglio Direttivo, ma parteciperà alle Riunioni dello stesso ed il suo mandato decadrà assieme a quello del Presidente

29) Convoca l’Assemblea ordinaria e straordinaria

30) Convoca il Consiglio Direttivo in occasione dei congressi nazionali O.T.O.D.I. ed in almeno altre due circostanze, a sua discrezione Il Vice-Presidente

31) Rappresenta il futuro Presidente da Statuto (Art. 17), e sostituisce il Presidente a tutti gli effetti, in caso di sua assenza, coadiuvato dal Past-President

32) La sua candidatura, proposta dal Consiglio Direttivo Regionale dopo approvazione in Assemblea Ordinaria o Straordinaria Regionale, è preferibile, ma non vincolante, che rispetti anche un’alternanza geografica territoriale. I tre settori regionali sono: Nord > Liguria, Piemonte, Valle D’Aosta, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Trentino A.A., Friuli V.G.; Centro > Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo e Molise; Sud > Campania, Puglia e Lucania, Calabria, Sicilia, Sardegna. I requisiti minimi del candidato, che dovranno essere garantiti dal Presidente Regionale, sono i seguenti: 1. iscrizione di almeno 10 anni alla Società O.T.O.D.I. 2. Aver rivestito cariche istituzionali in O.T.O.D.I.  Ultima rev. 18 MAGGIO 2018 6 3. Avere caratteristiche organizzative idonee alla carica da ricoprire 4. Avere comprovate esperienze scientifiche e pubblicazioni I Consiglieri

33) I Consiglieri sono rieleggibili per non più di due mandati consecutivi nella medesima carica Il Tesoriere

34) UNIFICATI ARTICOLI da 34 a 40 Il Tesoriere è nominato dal Consiglio Direttivo. Esegue le disposizioni del Presidente e degli altri organi Istituzionali, svolge i compiti particolari che di volta in volta gli vengono richiesti. Gestisce il patrimonio societario secondo le indicazioni e previa approvazione del Presidente. Partecipa alle riunioni del consiglio senza diritto al voto. Presenta, durante l’Assemblea Generale, i capitoli di bilancio annuali dopo averli sottoposti al Collegio dei Revisori dei Conti, ed aver provveduto a far certificare tecnicamente il bilancio ad un Commercialista iscritto all’apposito Albo. Dura in carica un biennio e può essere confermato, senza limite di mandati, dal Consiglio Direttivo subentrante. E’ ovvio che, se non ci sono valide motivazioni, si prediligerà la conferma per avere una memoria storica dell’Associazione sia dal punto di vista sociale che amministrativo. Per lo svolgimento degli adempimenti di sua competenza, circa la tesoreria, può servirsi di un professionista esterno che si configura con il Commercialista dell’Associazione tranne considerazioni diverse avallate dal Direttivo

35) Tutti i componenti del Consiglio Direttivo, aventi diritto di voto, non possono esprimere il loro voto nelle deliberazioni di approvazione del bilancio, od in quelle che riguardano le loro responsabilità. In questi casi la votazione spetta all’Assemblea (art. 14 Statuto). Collegio dei Probiviri

36) I nominativi del Collegio dei Probiviri (in numero di tre) sono proposti dal Consiglio Direttivo ed eletti dall’Assemblea Ordinaria. Tale Collegio controlla il comportamento etico degli Associati in relazione alle finalità dell’Associazione e quindi ha il compito di esaminare i procedimenti disciplinari istruiti contro i soci la cui condotta si sia dimostrata lesiva al prestigio dell’Associazione O.T.O.D.I. Nazionale. Circa le decisioni del caso e l’eventuale espulsione darà comunicazione all’Associazione Regionale ed allo stesso interessato. Inoltre sarà chiamato in discussione dal Direttivo su problematiche varie di tipo morale, inter-relazionali tra soci e rapporti dell’Associazione con esterni. La richiesta di intervento del Collegio dei Probiviri può essere richiesta da un Socio o da una società regionale al Consiglio Direttivo che, ove necessario, porrà la questione al Collegio. La decisione dei Probiviri è definitiva ed inappellabile.  Ultima rev. 18 MAGGIO 2018 7 Collegio dei Revisori dei Conti

37) I nominativi del Collegio dei Revisori dei Conti (in numero di tre) sono proposti dal Consiglio Direttivo ed eletti dall’Assemblea Ordinaria. Tale Collegio controlla le operazioni Amministrativo-finanziarie dell’Associazione in base alla documentazione fornita dal Tesoriere. Visiona ed approva il bilancio consuntivo riportato dal Tesoriere e certificato da un Commercialista iscritto all’apposito Albo. In caso di non approvazione può indagare e richiedere accertamenti circa la valenza della contabilità. Controlla il bilancio preventivo predisposto dal Direttivo che lo presenterà all’Assemblea. Qualora questa non approvi il bilancio, scatteranno le procedure previste dal Codice Civile. I suoi componenti possono partecipare alle riunioni del Consiglio Direttivo previa richiesta o chiamata, senza diritto di voto. Il Collegio ha la stessa durata in carica del Direttivo ed i componenti sono rieleggibili Il Comitato Consultivo

38) Il Comitato Consultivo è composto dai Past-President O.T.O.D.I. in S.I.O.T. e dai Past-President O.T.O.D.I. Essi rappresentano la memoria storica dell’Associazione e possono esprimere il loro parere o possono essere coinvolti dal Direttivo in discussioni. Il loro parere non è vincolante nè inappellabile. Il Comitato Consultivo partecipa alle riunioni del Consiglio Direttivo senza diritto di voto. La loro convocazione è a discrezione del Presidente Segretario Generale

39) Ogni due anni, garantendo preferibilmente la continuità, il Consiglio Direttivo rinnova o nomina il Segretario Generale, membro del Consiglio Direttivo senza diritto di voto. E’ rieleggibile nella medesima carica per più mandati consecutivi. La mancata rielezione dovrà essere motivata con giusta causa. L’eventuale indennità economica per l’espletamento del ruolo sarà discussa nel direttivo nazionale. E’ previsto il rimborso delle spese vive sostenute per l’attività svolta a favore della Società. Nell’esercizio delle sue funzioni, riferisce direttamente al Presidente. Il Segretario Generale: • coadiuva l’attività del Presidente e del segretario alla presidenza • collabora con il Presidente nella predisposizione dell’ODG • collabora con il Segretario alla Presidenza nella stesura dei verbali • pone in esecuzione le delibere del CD, in accordo con il Presidente • provvede alla custodia dei verbali delle riunioni del cd e dell’Assemblea  Ultima rev. 18 MAGGIO 2018 8 • partecipa alle riunioni del direttivo, dell’Assemblea, di commissioni e gruppi di studio e ogni altra riunione di carattere scientifico e/o organizzativo • mantiene relazioni con altre Società ed organismi scientifici e istituzionali Elezioni del Presidente di nomina O.T.O.D.I. in S.I.O.T.

40) Le candidature dovranno pervenire per iscritto dai Presidenti Regionali. Il candidato dovrà possedere i seguenti requisiti minimi: 1. iscrizione di almeno 10 anni alla Società O.T.O.D.I. e S.I.O.T. 2. Aver rivestito cariche istituzionali in O.T.O.D.I. e in SIOT 3. Avere caratteristiche organizzative idonee alla carica da ricoprire 4. Avere comprovate esperienze scientifiche chirurgiche e tecniche e pubblicazioni con valutazione dell’impact factor 5. Essere risultato vincitore di concorso per dirigente di 2° livello 6. Conoscenza della lingua inglese 7. Proiezione verso il mondo internazionale 8. Evidente appartenenza alle attività della Società O.T.O.D.I. 9. Valutazione del candidato in base al programma presentato La Rivista

41) Lo Scalpello – O.T.O.D.I. Educational è la Rivista ufficiale dell’O.T.O.D.I. L’associazione curerà la pubblicazione del proprio periodico “Lo Scalpello – O.T.O.D.I. Educational” nel quale potranno essere raccolti: (a) gli atti del congresso dell’associazione; b) gli articoli scientifici che rappresentino un contributo originale nell’ambito delle specialità; c) gli articoli di segnalazione, di commento ed avvenimenti interessanti per la vita ospedaliera; d) gli eventuali argomenti monografici. e) quant’altro possa essere ritenuto utile alle finalità dell’O.T.O.D.I. La Direzione Scientifica è responsabile della parte editoriale. In questo è coadiuvato da uno o più collaboratori (Comitato Scientifico) e da un Comitato di Redazione proposti dal Consiglio Direttivo ed approvati dall’Assemblea. La Rivista “LO SCALPELLO” è disponibile on line nel sito societario con accesso gratuito agli iscritti O.T.O.D.I. in regola con il versamento della quota associativa annuale. Come da contratto stipulato il 4 marzo 2013 con Springer un limitato numero di copie cartacee sarà distribuito a titolo gratuito, ai Soci iscritti al congresso nazionale, agli Ospedali capoluoghi di provincia, alle Università con annesse scuole di specializzazione, alle Biblioteche aventi diritto e agli Assessorati regionali alla sanità. Per i non soci è prevista una quota di abbonamento. I Direttori Scientifici della rivista sono nominati per ogni biennio dal Consiglio Direttivo Nazionale; essi sono rieleggibili anche per i bienni consecutivi. I Direttori Scientifici possono essere rimossi a giudizio insindacabile del Consiglio Direttivo Nazionale in ogni momento. La rivista ha inoltre un Direttore Responsabile, come previsto dalla legge, che su delega del Direttore Scientifico e del Comitato di Redazione può curarne la pubblicazione. La Direzione Scientifica, il Comitato Scientifico ed il Comitato di Redazione esaminano il materiale presentato ed a loro insindacabile giudizio lo accettano o meno per la pubblicazione.  Ultima rev. 18 MAGGIO 2018 9 Il Congresso Nazionale

42) L’Associazione si riunisce a Congresso una volta all’anno in sede e data da stabilirsi di volta in volta dall’Assemblea, possibilmente con anticipo biennale. Il Congresso è organizzato da uno o più Presidenti, proposti al Direttivo Nazionale dalla Società Regionale di appartenenza, ed approvati dall’Assemblea, che ratifica i temi congressuali proposti.

43) Il Congresso può essere gratuito per i soci in regola con il pagamento delle quote sociali. Il Presidente del Congresso, d’accordo con il Comitato Direttivo Nazionale, potrà, in caso di necessità, imporre una quota di iscrizione.

44) In occasione del Congresso si svolge l’Assemblea dell’associazione per adempiere agli obblighi statutari, per dibattere e votare ogni questione che il Consiglio Direttivo Nazionale intenda sottoporre e per approvare il conto consuntivo dell’anno precedente

45) La gestione del Congresso Nazionale è affidata alla Società Organizzatrice secondo le modalità che saranno ritenute più idonee da parte del Consiglio Direttivo O.T.O.D.I..

46) Il Congresso Nazionale dovrà possedere e far coesistere tre specifici requisiti: quello didattico, quello scientifico e quello della ricerca. Le proposte presentate debbono anch’esse ottemperare a queste peculiarità

47) L’organizzazione del Congresso Nazionale deve essere richiesta dai soci interessati, con documentazione dimostrabile, due anni prima al Direttivo Nazionale con i relativi temi; il Direttivo valuterà la richiesta e la porterà in Assemblea ordinaria per l’approvazione definitiva.

48) Gli Associati che intendono ottenere l’incarico debbono i tale sede fornire tutte le indicazioni possibili per la corretta valutazione e cioè: 1. le tematiche che intendono svolgere nell’ambito della manifestazione e le modalità di svolgimento, nonché i modi ed i tempi di preparazione della manifestazione medesima; 2. la logistica congressuale che deve essere illustrata in modo esauriente; 3 la sede congressuale che deve garantire gli spazi idonei e un livello di ospitalità elevato qualitativamente e quantitativamente.

49) Ottenuta l’assegnazione del Congresso Nazionale il Presidente del Congresso, , si assume tutti gli oneri scientifici, organizzativi ed Amministrativi, in accordo con il contratto di gestione in atto con la Società Organizzatrice, forma il Comitato scientifico ed organizzativo in base alle necessità del Congresso

50) L’assegnazione del Congresso Nazionale deve rispettare l’alternanza Nord-Centro-Sud. Le altre segnalazioni, non proposte dal Comitato Direttivo, saranno comunque portate in Assemblea che farà la votazione definitiva. Per i settori regionali si veda l’art. 31

51) La O.T.O.D.I. Nazionale non contribuisce al finanziamento del Congresso Nazionale e si rifà completamente al contratto di gestione fatto con la Società Organizzatrice.  Ultima rev. 18 MAGGIO 2018 10

52) Nel team organizzativo del Congresso esiste la figura del garante nella persona del Past- President, al quale il Presidente del Congresso dovrà dare atto su tutta l’organizzazione ed il garante potrà accettare o correggere le fasi organizzative in accordo con il Presidente del Congresso e con l’ausilio del Direttivo

53) I Soci che presentano una Relazione o Comunicazione al Congresso dovranno essere in regola col pagamento delle quote sociali Modifiche del regolamento (art.16 dello Statuto)

54) Modifiche del regolamento possono essere proposte dagli organi istituzionali o Presidenti Regionali, che le discutono e le sottopongono all’approvazione del Direttivo e dell’Assemblea Ordinaria. PROCEDIMENTO PER LE ELEZIONI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO E DEL PRESIDENTE a) Il seggio elettorale è composto da un Presidente, un Segretario ed uno scrutatore tutti scelti tra gli Associati nominati dal Consiglio Direttivo. Il giorno precedente la tornata elettorale, tra i lavori congressuali, viene insediato il seggio elettorale. Il Presidente prende possesso del locale adibito a seggio elettorale, controlla l’urna che viene sigillata e controfirmata unitamente al Segretario e controfirma le schede elettorali unitamente al Segretario inserendole in un apposita busta che, sempre a cura del Presidente, viene chiusa e sigillata, chiude il locale e ne custodisce la chiave. La mattina seguente il Presidente del seggio, unitamente al Segretario ed agli scrutatori apre il seggio, controlla la regolarità dei sigilli, dà il via alle operazioni di voto. Il seggio deve rimanere aperto per almeno otto ore. Durante tale periodo il seggio deve essere presidiato dal Presidente o in alternativa dal Segretario o da almeno uno scrutatore. Ad ogni elettore, che firma la ricevuta sull’apposito tabulato, viene data una scheda sulla quale sono riportati i nomi dei candidati alle varie cariche sociali con un quadratino al lato; l’Associato contrassegna il candidato od i candidati di sua preferenza; qualora ritenga di dover votare per un altro o per altri Associati non presenti tra i Candidati ufficiali ne può scrivere nome e cognome nello spazio predisposto. La scheda che presenti segni o scritte ai di fuori di quanto su esposto viene annullata. b) Dopo otto ore dall’apertura del Seggio, il Presidente ne ordina la chiusura consentendo il voto unicamente a coloro che al momento sono presenti nel locale, dopo di che inizia l’operazione di spoglio. Viene controllato il numero delle schede utilizzate e delle schede non utilizzate. Viene altresì controllato il numero dei votanti dalle firme apposte sul tabulato che deve essere pari a quello delle schede utilizzate. Dopo queste operazioni inizia il conteggio delle preferenze fino all’esaurimento delle schede Dopo i conteggi viene stilato il risultato definitivo su una apposita scheda predisposta; tale scheda, firmata dal Presidente, Segretario e scrutatore, viene consegnata al Presidente della Società che ne dà lettura durante l’Assemblea Ordinaria che proclamerà i nuovi eletti alle cariche sociali.  Ultima rev. 18 MAGGIO 2018 11 La scheda verrà allegata al verbale dell’Assemblea Ordinaria unitamente al verbale elettorale stilato a cura del Segretario del seggio ed approvata e firmata da tutti i componenti del seggio elettorale. c) Ogni Associato che abbia i requisiti previsti dal presente regolamento può candidarsi alle varie cariche sociali, comunque presentato dal Direttivo Regionale. Sarà compito del Presidente, unitamente al Consiglio Direttivo, provvedere alla pubblicazione in sede elettorale delle candidature pervenute.