L’associazione Ortopedici Traumatologi Ospedalieri Di Italia

L’O.T.O.D.I. è un’associazione nazionale e opera su tutto il territorio italiano comeconfederazione di associazioni regionali. Ogni associazione regionale nasce con un proprio statutoe ha un proprio Direttivo con regole che la distinguono e la personalizzano. Questo è un aspettoimportante perché ogni associazione possa essere lo specchio della propria Regione. In questo modopotrà essere e crescere in modo consono alle proprie abitudini pur mantenendosi fedele alle regolenazionali dettate dallo statuto della O.T.O.D.I. Nazionale. L’attività organizzativa, dal punto divista associativo e professionale, è affidata sempre ai Direttivi di competenza; ciò ha dato mododi moltiplicare le iniziative regionali, di agglomerare sempre più nuovi adepti e di crescere innumero e qualità.

Ogni associazione regionale svolge almeno un congresso nell’ambito della propria regione. Ilportale www.otodi.com riporta le singole regioni attive con relativo Direttivo, ove questo siapervenuto. Riporta inoltre tutte le iniziative scientifiche e sociali per tutte le regioni che nedanno notizia. L’O.T.O.D.I. opera nell’ambito delle strutture ospedaliere dove per "ospedale" s’intende ogni struttura che fa Ortopedia e Traumatologia, escluse le strutture Universitarie, perchèhanno problematiche diverse; quindi ospedali pubblici, le cliniche private e religioseconvenzionate e non, le strutture ambulatoriali e simili. Obiettivo della O.T.O.D.I. è quello diraggiungere sul piano operativo un coordinamento tra le varie strutture e associazioni regionali.

Questo lo si vede chiaramente nel CONGRESSO NAZIONALE che è l’espressione di tutta laprofessionalità ospedaliera ortopedica e traumatologica italiana. Altro scopo importante è quellodi dare una valida formazione ai giovani specialisti che operano nelle varie strutture. Questo losi raggiunge formando veramente e sostanzialmente i giovani volenterosi nell’ambito delle propriestrutture sia con addestramenti interni, che con dei corsi formativi che vengono espletatiannualmente nell’ambito del congresso nazionale. E’ ovvio che per il raggiungimento di questiobiettivi necessità la collaborazione di tutti, sia Maestri che Discepoli; gli uni con la lorodisponibilità all’insegnamento, gli altri con la loro umiltà e dedizione a recepirlo. In questomodo la classe ortopedica e traumatologica ospedaliera raggiungerà livelli professionali sempre più alti.